Monte  Venere

il pozzo del diavolo

Il Lago di Vico con la sua valle e i crinali lussureggianti, rappresenta uno degli ambienti naturali più integri dell’Italia centrale. Una leggenda narrata da Cicerone lo vuole forgiato da Ercole con la sua clava conficcata nel terreno. In realtà occupa l’antica conca craterica di un vulcano attivo circa 800.000 anni fa ma ancora oggi responsabile della presenza di sorgenti termominerali della zona. Testimonianza di quel tempo antico rimane una grotta, nominata Pozzo del Diavolo, ubicata poco al di sotto del Monte di Venere (863 metri), piccolo cono vulcanico, sorto durante l’ultima fase eruttiva e artefice della caratteristica forma a ferro di cavallo del lago. Scoperta in epoca recente dal punto di vista speleologico  rappresenta l’unica grotta del Lazio conosciuta in rocce vulcaniche.

Si narra che il Pozzo del Diavolo, per l’alone di mistero che lo pervade, potrebbe essere stato sede di antichi culti ed è tuttora meta di raduni esoterici.

La ricchezza in minerali del suolo e la forte umidità atmosferica hanno consentito lo sviluppo di una lussureggiante copertura vegetale che formava sino all’epoca romana l’impenetrabile e “orrenda” Sylva Cimina.

Oggi, boschi di faggi, di cui alcuni splendidi esemplari vecchi di secoli, cerri e castagni ammantano buona parte delle pendici del cratere in un ritrovato paesaggio naturale incontaminato.

Letteratura

Poesia sul faggio
di Antonio Arnault 
Lungi dal proprio ramo 

Lungi dal proprio ramo,
povera foglia frale,
dove vai tu? – Dal faggio
là dov’io nacqui mi divise il vento.
Esso, tornando a volo
dal bosco alla campagna,
dalla valle mi porta alla montagna.
Seco perpetuamente
va pellegrina, e tutto l’altro ignoro.
O Va dove ogni altra cosa,
dove naturalmente
va la foglia di rosa
e la foglia d’alloro.

(trad. di Giacomo Leopardi)

Galleria
Scheda tecnica

Valutazione
Facile – Media

Dislivello in salita
+360 metri

Appuntamento
Ore 9:00 – Località Scardenato, Caprarola (VT)

Lunghezza
11 km

Dislivello in discesa
-360 metri

Trasferimenti
Mezzi propri
Passaggio (su richiesta)

Percorso
Anello

Quota massima
863 m s.l.m

Note

Durata
6 ore

Quota minima
510 m s.l.m.

Guida
Rodolfo Silveri

Equipaggiamento
  • Scarpe basse con suola scolpita o scarponcini da escursionismo.
  • Zaino a partire da 20 litri.
  • Borraccia e/o thermos a partire da 1 litro.
  • Bastoncini da escursionismo.
  • Abbigliamento a strati comodo ed adatto alla stagione.
  • Cappello e guanti.
  • Frutta essiccata o secca e/o pranzo al sacco.
  • Sacchetto per lo smaltimento dei rifiuti.
  • Kit di primo soccorso e telo termico.
  • Mascherina e gel disinfettante nel rispetto delle norme anti Covid.
  • Tessera Altour (consegnata gratuitamente alla prima attività).

Contattaci per qualsiasi consiglio sul tuo equipaggiamento

Quota individuale

Fino ai 5 anni: gratis
Dai 6 ai 17 anni: 10 €
Oltre i 18 anni: 25 €

Cosa comprende:
L’accompagnamento guidato e l’assicurazione RCT

Numero partecipanti:
Fino ad un massimo di 16

Prossima escursione: sabato 11 giugno 2022