GOLE DEL SAGITTARIO

in viaggio con escher

“Pauroso e bello”. Così due viaggiatori inglesi della metà del XIX Secolo, Richard Keppel Craven ed Edward Lear, scrivevano di quel luogo che ospita le Gole del Sagittario. Di pauroso probabilmente c’era l’aspetto così ancora selvatico e poco urbanizzato, dove la natura regnava sovrana, e di bello lo spettacolo di questo profondo canyon immerso nel verde.

Ai piedi di Anversa degli Abruzzi, dalle sue sorgenti nel lago di Scanno, scorre fresco e scrociante il fiume Sagittario, un affluente del fiume Aterno-Pescara. In un luogo di incantevole bellezza si apre la strada tra alte rupi calcaree in quella che dal 1997 è la Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario, anche Oasi WWF, di cui il picchio muraiolo che nidifica tra le pareti rocciose di Pizzo Marcello ne è il simbolo.

Quello in cui ci muoveremo, partendo da Anversa, è ciò che resta di un antico fondale marino, dove ora scorrono le acque del Sagittario; tanto limpide e trasparenti da colorarsi del verde brillante della vegetazione sul fondo, mossa dalla continua corrente.
Tra verdi boschi e rocce ricoperte di muschio proseguiremo fino a risalire lungo uno sperone roccioso, su cui si erge Castrovalva, l’unica frazione di Anversa degli Abruzzi, immortalata in una litografia dal celebre artista olandese Maurits Cornelis Escher, a testimonianza del suo indimenticabile viaggio tra queste terre.

Dalla sommità di questo piccolo paese la vista spazierà a 360° sull’intera area, regalandoci bellissimi scorci sulle profonde Gole del Sagittario e della valle attraversata dal fiume, che poi prosegue il suo corso verso Sulmona.

Personaggi

“Mi sono abituato a fare questo tipo di viaggi ogni primavera, mi restituiscono vigore nel corpo e nell’anima e poi raccolgo del materiale per i mesi successivi. Non conosco altra gioia che vagabondare per le colline e attraverso le valli, da paese a paese, sentire gli effetti della natura incontaminata.”

Ecco cosa scriveva Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese del secolo scorso, al suo amico Bas Kist. Trasferitosi in Italia dall’Olanda nel 1922, durante la sua permanenza romana, Escher era solito passare l’estate alla scoperta dell’Italia centrale e meridionale, con diversi viaggi a piedi o a dorso di mulo in Abruzzo tra il 1928 il 1935.
La bellezza dei paesaggi, tra profonde vallate, montagne e borghi arroccati catturò profondamente l’attenzione dell’artista, abituato ai panorami più bassi della sua terra natia.

Le profonde Gole del Sagittario e l’abitato arroccato di Castovalva, impresse in bellissime opere di fama mondiale, sono tra le più rappresentative del suo periodo paesaggista, a cui si dedicò agli esordi della sua attività. Opere che in tutta la loro intensità ci raccontano quanto stupore trasmetteva l’Italia agli occhi degli artisti e viaggiatori stranieri. Stupore che ancora oggi possiamo provare in prima persona.

Galleria
Scheda tecnica

Valutazione
Facile – Media

Dislivello in salita
+ 420 metri

Appuntamento
Ore 9:45 – Via Roma 29, Anversa degli Abruzzi (AQ)

Lunghezza
7 km

Dislivello in discesa
– 420 metri

Trasferimenti
Mezzi propri
Passaggio (su richiesta)

Percorso
Anello + A/R

Quota massima
865 m s.l.m

Note

Durata
4 ore e 15 minuti

Quota minima
500 m s.l.m

Guida

Equipaggiamento
  • Scarpe basse con suola scolpita o scarponcini da escursionismo.
  • Zaino a partire da 20 litri.
  • Borraccia e/o thermos a partire da 1 litro.
  • Bastoncini da escursionismo.
  • Abbigliamento a strati comodo ed adatto alla stagione.
  • Cappello e guanti.
  • Frutta essiccata o secca e/o pranzo al sacco.
  • Sacchetto per lo smaltimento dei rifiuti.
  • Kit di primo soccorso e telo termico.
  • Mascherina e gel disinfettante nel rispetto delle norme anti Covid.
  • Tessera Altour (consegnata gratuitamente alla prima attività).

Contattaci per qualsiasi consiglio sul tuo equipaggiamento

Quota individuale

Fino ai 5 anni: gratis
Dai 6 ai 17 anni: 10 €
Oltre i 18 anni: 25 €

Cosa comprende:
L’accompagnamento guidato e l’assicurazione RCT

Numero partecipanti:
Fino ad un massimo di 16

Prossima escursione: DA DEFINIRE
IN ALTERNATIVA CONTATTACI PER ORGANIZZARE UN'ESCURSIONE PRIVATA!