Monte Calvo

C’era una volta il West

All’estremità nord-occidentale della catena montuosa dei Simbruini è posizionata una vetta defilata e poco nota agli escursionisti: il Monte Calvo. Ben visibile da Subiaco per la sua forma piramidale, deve il suo nome al fatto che presenta fianchi boscosi mentre la vetta è “calva” cioè priva di vegetazione: proprio questa caratteristica rende il Monte Calvo un punto panoramico d’eccezione sulla Valle dell’Aniene e sulle principali vette del Parco Regionale dei Monti Simbruini.

Prima di arrivare in vetta però attraverseremo un vero e proprio gioiello dal punto di vista geologico e paesaggistico: la Piana di Campaegli dove ci affacceremo sull’inghiottitoio della Grotta Stoccolma. Così tutta l’escursione sarà caratterizzata da un alternarsi di ambienti diversi fra loro: dalle profonde e silenziose faggete, con esemplari secolari, alle radure carsiche, regno della luce e del vento. Vedremo gli stessi paesaggi e vivremo le stesse atmosfere che ispirarono il maestro Ennio Morricone che per tanti anni ha soggiornato in questi splendidi luoghi.

Curiosando tra le strette vie del Paese degli Artisti, potremo scoprire il ricordo della composizione che il premio Oscar dedicò ad un luogo così particolare, dal titolo Notturno e passacaglia per Cervara. Come atto di riconoscenza oltre alla cittadinanza onoraria, la comunità locale ha installato a ridosso della sua baita, l’opera dal titolo “Colonna sonora”, una colonna di travertino intorno alla quale si avvolgerà un nastro di pellicola cinematografica che diventerà alla fine un pentagramma, con alla sommità una bacchetta dorata per omaggiare la carriera di direttore d’orchestra.

Personaggi

Ennio Morricone

Compositore, direttore d’orchestra, autore di canzoni e arrangiatore. Nato a Roma nel 1928 e diplomato in tromba, composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio di Santa Cecilia col maestro Goffredo Petrassi, negli anni Cinquanta inizia a lavorare come suonatore di tromba in varie jazz band, prima di approdare al cinema componendo canzoni per film degli anni sessanta come La voglia matta, I motorizzati e Il giovedì. Scrive anche canzoni e lavora come arrangiatore per diversi artisti tra cui Mina, Paul Anka, Gino Paoli, Edoardo Vianello, Gianni Morandi, Jimmy Fontana e Chet Baker.

L’incontro con Sergio Leone è determinante per la carriera di entrambi: del 1965 è lo score per il suo primo western, Per un pugno di dollari, cui seguono Per qualche dollaro in più, Il buono, il brutto e il cattivo, C’era una volta il West, Giù la testa, e C’era una volta in America (1984). Sono musiche splendide, di grande impatto, con l’uso di strumenti insoliti come l’armonica a bocca, lo scacciapensieri e un uso struggente degli archi e della voce umana.

Negli anni Sessanta compone anche le musiche per Uccellacci e uccellini, la splendida colonna sonora di Sacco e Vanzetti, decine di western e ancora cinema italiano d’autore per film come La battaglia di Algeri, Diabolik, Teorema, Il grande silenzio, Il clan dei siciliani, Metti una sera a cena, Queimada, Negli anni Settanta un altro incontro determinante è quello con Dario Argento per cui scrive le partitore di L’uccello dalle piume di cristallo, Il gatto a nove code, Quattro mosche di velluto grigio.

Arrivano poi Il vizietto, Il giocattolo, La luna, Il prato, Un sacco bello, Bianco rosso e verdone, le Piovre televisive…. Di certo il cinema italiano gli deve moltissimo. Poi i grandi successi internazionali: Mission, Gli intoccabili, La cosa, Assassino senza colpa?, Frantic, Vittime di guerra, Bugsy, Nel centro del mirino, Rivelazioni, U-Turn, Il gioco di Ripley, fino alla quadratura del cerchio con Quentin Tarantino che aveva già utilizzato suoi brani non originali per la colonna sonora di Bastardi senza gloria e con il quale vince l’Oscar nel 2016 per la colonna sonora originale di The Hateful Eight.

Galleria
Scheda tecnica

Valutazione
Facile – Media

Dislivello in salita
+ 360 metri

Appuntamento
Ore 9:00 – Strada Statale 5, 134, Vicovaro (RM)

Lunghezza
11 km

Dislivello in discesa
– 360 metri

Trasferimenti
Mezzi propri
Passaggio (su richiesta)

Percorso
Anello

Quota massima
1591 m s.l.m

Note

Durata
5 ore

Quota minima
1364 m s.l.m

Guida
Rodolfo Silveri

Equipaggiamento
  • Scarpe basse con suola scolpita o scarponcini da escursionismo.
  • Zaino a partire da 20 litri.
  • Borraccia e/o thermos a partire da 1 litro.
  • Bastoncini da escursionismo.
  • Abbigliamento a strati comodo ed adatto alla stagione.
  • Cappello e guanti.
  • Frutta essiccata o secca e/o pranzo al sacco.
  • Sacchetto per lo smaltimento dei rifiuti.
  • Kit di primo soccorso e telo termico.
  • Mascherina e gel disinfettante nel rispetto delle norme anti Covid.
  • Spilla e tessera Altour (consegnate gratuitamente alla prima attività).

Contattaci per qualsiasi consiglio sul tuo equipaggiamento

Quota individuale

Fino ai 5 anni: gratis
Dai 6 ai 17 anni: 10 €
Oltre i 18 anni: 20 €

Cosa comprende:
L’accompagnamento guidato e l’assicurazione RCT

Numero partecipanti:
Fino ad un massimo di 16

Prossima escursione: da definire